Blog

Sport in gravidanza e dopo il parto? Sì, grazie!

Uno stile di vita corretto e un adeguato esercizio fisico sono importanti per la salute in tutti le fasi della vita. Per le donne questo è tanto più vero nel periodo della gestazione, un cammino speciale che richiede molta consapevolezza del proprio corpo e dei modi migliori per prendersi cura al meglio di se stesse e del bambino che nascerà. Per prepararsi ad avere un bambino, infatti, il corpo si sottopone a uno stress intenso che richiede una preparazione fisica ed emotiva adeguata, proprio come si richiede a un atleta di essere preparato prima di affrontare una gara! La cosa...
Approfondisci

Pianoterra punta sui genitori per migliorare il presente e il futuro dei bambini

Il lavoro di Pianoterra è centrato sul sostegno alla persona e si concentra in particolare sul rapporto genitore-bambino. Lo scopo principale è quello di accompagnare una famiglia nei passaggi più importanti, a partire da quelli che avvengono dall’inizio della vita. Ciò avviene, idealmente, già dalla gravidanza, e continua, nei nostri progetti, fino all’adolescenza. Il nostro lavoro è un percorso in continua evoluzione, che si serve di riflessioni e aggiustamenti basati su quello che emerge lavorando costantemente assieme al genitore, in particolare la madre. Si tratta dunque di un lavoro co-costruito, all’interno di un quadro in cui la madre, partecipando alle...
Approfondisci

Il gioco in emergenza: spazi, tempi e relazioni con l’altro tra distanziamento sociale e voglia di esplorare

Non c’è niente di più serio e più coinvolgente del gioco per un bambino. E in questa sua serietà è molto simile a un artista intento al suo lavoro. Come l’artista, anche il bambino giocando trasforma la realtà, la reinventa, la rappresenta in modo simbolico, creando un mondo immaginario che riflette i suoi sogni a occhi aperti, le sue fantasie, i suoi desideri Silvia Vegetti Finzi   Quando due oggetti, legati insieme in qualunque modo, continuano ad avere capacità di movimento, comunemente si dice che quei due oggetti “fanno gioco”. Possiamo pensare quindi al gioco come lo spazio tra due oggetti...
Approfondisci

Intervista a Marco Raparelli, che ha disegnato le nostre campagne per il 2020

Più volte a Pianoterra ci siamo rivolti al mondo dell’arte per cercare delle connessioni fertili tra mondi diversi e distanti, e tutte le volte queste connessioni sono emerse, vitali e potenti, mettendo in circolo idee, energia, solidarietà. Gli artisti sono un pezzo importante del nostro mondo, ci ispirano e ci chiedono di soffermarci a guardare l’essenziale. Marco Raparelli è uno degli artisti che abbiamo incrociato nella nostra galassia The Milky Way: protagonista assieme ad altri della seconda edizione della nostra mostra di raccolta fondi curata da Damiana Leoni, Marco è rimasto legato a Pianoterra e ci ha affiancati in altre...
Approfondisci

Una festa della mamma nell’emergenza

In questi mesi di emergenza provocata dalla pandemia di Covid-19, con le scuole e tutti i servizi all’infanzia chiusi, le mamme stanno affrontando difficoltà enormi. E’ toccato a loro, nella maggior parte dei casi, occuparsi dei figli lontani dalle scuole, seguirli nella didattica, provvedere alle loro esigenze quotidiane, intrattenerli, rassicurarli. Hanno dovuto conciliare tutto questo con il lavoro che, quando c’è, ha invaso sempre più spesso spazi e tempi privati, ma che in molti casi è venuto meno. Vorremmo che non fosse così, ma i numeri parlano chiaro e sono spietati: con la fase due tre lavoratori su quattro rientrati...
Approfondisci

L’ostetrica “sociale”

L’OMS ha proclamato il 2020 l’anno internazionale dell’infermiere e dell’ostetrica, due figure fondamentali di cui tutti noi stiamo apprezzando forse ancor di più l’operato in questo periodo di emergenza sanitaria che vede proprio infermiere e ostetriche tra i professionisti sanitari in prima linea nella cura e nell’assistenza a chi è stato colpito dal nuovo Coronavirus. Dal 1991 il 5 maggio è stato proclamato Giornata internazionale delle ostetriche, e a questa figura, così importante anche nella nostra équipe multidisciplinare, vorremmo dedicare una riflessione. In passato le ostetriche erano chiamate “levatrici”: donne che aiutavano le partorienti a mettere al mondo i loro...
Approfondisci

Vaccinarsi è importante, in emergenza Covid-19 ancora di più

La Settimana mondiale delle vaccinazioni, proclamata quindici anni fa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), coincide quest’anno con l’epidemia globale di Covid-19, una delle emergenze sanitarie più gravi della nostra epoca che sta colpendo tutto il mondo e ha stravolto ormai da mesi le nostre vite. Parole e concetti come contagio, immunità di gregge, prevenzione, vaccino, fino a non molto tempo fa confinati al settore sanitario e rilevanti per neo-genitori o persone anziane, nonostante sporadiche polemiche “no-vax”, sono entrati ormai drammaticamente nel nostro linguaggio quotidiano. Eppure è proprio grazie alla diffusione di massa dei vaccini in età contemporanea che possiamo permetterci...
Approfondisci

Orientamento, rete, ascolto: tutelare la salute della donna nell’emergenza Covid-19

L’emergenza legata all’epidemia globale di Covid-19 occupa ormai da molte settimane lo spazio del discorso pubblico sulla sfera sanitaria, in Italia e nel mondo. Oggi, nella giornata nazionale dedicata alla salute della donna, vorremmo condividere con voi alcune riflessioni e testimonianze delle nostre operatrici sugli effetti di questa emergenza sull’accesso alle cure materno-infantili, con uno sguardo particolare alle fasce più fragili e marginalizzate. Limitazioni o interruzioni nell’erogazione di prestazioni sanitarie previste dal nostro sistema sanitario nazionale; informazioni confuse sugli effetti del Covid-19 sulla salute di donne in gravidanza, neo-mamme e neonati; effetti delle misure di distanziamento sociale su neo-mamme già...
Approfondisci

Piccolissimi lettori nascono e crescono

“Figli si nasce, genitori si diventa…”. Con queste parole Annamaria Lovo, insegnante esperta di libri per bambini e collaboratrice volontaria di Pianoterra, inizia la presentazione della sua attività “Libri per emozionarsi”, un programma di laboratori di lettura precoce che coinvolgono le mamme e i bambini di età compresa tra 0 e 3 anni nelle nostre sedi al centro storico e all’ospedale Cardarelli. È un incipit significativo per un programma di lettura precoce: genitori si diventa, tra le altre cose, anche accompagnando sin dai primissimi mesi di vita la crescita del proprio bambino con un’attività che nel senso comune siamo abituati...
Approfondisci

#Iorestoacasa a leggere! Consigli di lettura per bambini da 0 a 6 anni

Abbiamo chiesto ad Annamaria Lovo, la nostra esperta di libri per piccoli e piccolissimi lettori, di condividere con noi i suoi libri preferiti: libri per il bagnetto, librotti cartonati, albi illustrati, silent book e qualche titolo per mamma e papà. Molti li utilizziamo anche qui a Pianoterra nelle nostre attività con genitori e figli. Buona lettura! Libri per il bagnetto Tra i primi libri da proporre ai bambini di pochi mesi ci sono quelli “acquatici”, libretti di plastica da mettere nell’acqua del bagnetto, da osservare assieme quando il piccolo sarà rivestito, al calduccio, in braccio a un adulto. Ce ne...
Approfondisci

Bambini e ragazzi lontani dalla scuola: un’emergenza invisibile

Con la chiusura delle scuole di tutto il paese, avvenuta due settimane fa, molti di noi hanno iniziato a toccare con mano l’emergenza sanitaria provocata dall’epidemia di Covid-19. Una misura da “tempo di guerra”, che ha sconvolto la quotidianità di tutte le famiglie italiane, e sta imponendo a tutti i genitori, i bambini e i ragazzi enormi sacrifici: isolamento forzato, interruzione della continuità didattica, difficoltà di gestione di tempi e spazi normalmente dedicati al riposo e oggi diventati anche scuola e luogo di “lavoro agile” e attraversati da mille tensioni, e la lista potrebbe continuare. Si tratta di difficoltà e...
Approfondisci

#Lontanimavicini: accompagnamento alla nascita in remoto con il progetto “We Can”

Da diverse settimane ormai l’epidemia del virus SARS-CoV-2, che ancora a metà febbraio sembrava una minaccia lontana, si è materializzata in modo drammatico nella quotidianità di un numero crescente di paesi, compreso il nostro, uno dei più colpiti. L’Italia è stretta nella morsa del virus, scuole, attività commerciali non essenziali, attività ricreative sono chiuse e a tutti è stato imposto di restare a casa. Tutti guardano con apprensione i notiziari e cercano informazioni dai canali più diversi, spesso poco affidabili o confusionari. Anche Pianoterra ha dovuto sospendere i servizi per le famiglie nelle sue diverse sedi operative, ma non per...
Approfondisci

Superpapà ai tempi del coronavirus

Quest’anno la Festa del papà arriva in un momento davvero particolare per le famiglie. In tutto il mondo imperversa l’epidemia di coronavirus e in moltissimi paesi, compreso il nostro, le persone sono costrette a restare in casa per fermare la diffusione del contagio e alleviare il peso sulle strutture ospedaliere. Anche noi abbiamo dovuto sospendere le nostre attività quotidiane, ma con i nostri operatori e le nostre operatrici facciamo di tutto per continuare a restare in contatto con le famiglie con cui lavoriamo e per le quali siamo diventati un punto di riferimento. Abbiamo sentito al telefono anche Antonio, un...
Approfondisci

MammaFit: in forma dopo il parto!

La gravidanza e il parto portano dei grandi cambiamenti nel corpo di una donna e spesso per una neo-mamma gestire questi cambiamenti non è semplice. Recuperare la forma fisica ed smaltire i chili in più rimasti dopo la nascita del bambino è per molte donne una preoccupazione che le porta a sottoporsi a estenuanti, onerose e spesso noiose sedute in palestra. Una nuova tendenza che si sta affermando in altri paesi, ad esempio negli Stati Uniti, mostra invece come si può fare ginnastica all’aperto, insieme al proprio bambino e, magari, in compagnia di altre neomamme. È questa la filosofia che muove...
Approfondisci

8 marzo: i diritti delle donne sono i diritti di tutti

La Giornata internazionale della donna assume un significato particolarmente per donne che vivono in contesti di forte vulnerabilità, in cui il più delle volte si sommano disagio socio-economico, marginalità, esclusione, isolamento. Leggere questi contesti attraverso la lente della parità di genere è complesso, proprio perché nella maggior parte dei casi il disagio è fatto di tanti diritti mancati e il genere è solo uno dei tanti fattori – accanto a quelli socio-economici, etnico-religiosi, culturali – che contribuiscono a rendere le vite quotidiane delle donne con cui lavoriamo difficili, faticose, a volte impossibili. Parlare di diritti delle donne perciò significa parlare di...
Approfondisci

Educazione: prima si inizia, meglio è!

Quello dell’educazione precoce e dei suoi effetti benefici e duraturi è uno dei pilastri su cui si regge la nostra metodologia di intervento. Si tratta tuttavia di un tema che raramente trova spazio nel dibattito pubblico italiano. Prendiamo l’esempio dell’asilo nido, ossia di quel segmento di offerta educativa pensato i bambini fino ai 3 anni di età: spesso parlarne significa parlare soprattutto di temi come la conciliazione famiglia/lavoro e il supporto alle donne nel reinserimento lavorativo, che può essere molto difficile dopo la maternità. Il nido è visto dunque più come uno strumento di welfare che come un’istituzione educativa. Per...
Approfondisci

Mia sorella

Mia sorella Mia sorella non porta il mio cognome è lontana e vive chissà dove, mia sorella la mia lingua non capisce ma se vuole co’ uno sguardo t’azzittisce. Mia sorella spesso scappa dalla guerra e si nutre con i frutti della terra, mia sorella al superfluo non ci pensa è occupata dalla sopravvivenza. Mia sorella nella vita cerca amore, la sua pelle non è del mio colore, mia sorella è la più forte del reame anche se non poche volte ha tante fame, mia sorella troppi abusi ha già subito schiaffi e botte sul suo corpo malnutrito. Mia sorella...
Approfondisci

Il sostegno materiale, un punto di partenza per la riconquista dell’autonomia

Spesso i progetti che mettiamo in campo a sostegno delle famiglie in difficoltà prevedono delle forme di aiuto materiale. Sono la primissima risposta che offriamo quando, magari in occasione di un primo colloquio, riceviamo delle richieste che inevitabilmente si concentrano sul bisogno più urgente e immediato: cibo, vestiti, medicine… Il bene materiale gratuito con cui rispondiamo a queste richieste è tuttavia per noi sempre punto di partenza di un percorso personalizzato di crescita che, grazie al lavoro specialistico di équipe, punta al recupero della fiducia nelle proprie capacità e competenze genitoriali e alla riconquista dell’autonomia familiare. Si tratta di uno...
Approfondisci

Formaperta per Pianoterra: un albero di Natale davvero sostenibile

Abbiamo un albero davvero speciale quest’anno a Pianoterra, che racconta nella sua semplicità una bella storia. La storia è quella di Formaperta, un’azienda attiva nel salernitano che opera nel settore dell’eco-design e dell’architettura, progettando prodotti sostenibili in cartone ondulato e utilizzando esclusivamente la materia prima proveniente dalla raccolta differenziata in cui i cittadini della Campania si impegnano ogni giorno. Una storia che, proprio come gli interventi di Pianoterra, parla di sostenibilità e sguardo verso il futuro, fatta di tanto lavoro e impegno oggi per migliorare le condizioni di vita delle generazioni che verranno dopo la nostra. E questo a partire...
Approfondisci

Responsabilità sociale e welfare di 2° livello: l’esperienza di Pianoterra in un convegno a Napoli

Giovedì 5 e venerdì 6 dicembre si tiene a Napoli, all’Edificio Storico dell’Università Federico II e al Centro Congressi Partenope, il convegno nazionale “Diversity Management. Nuove frontiere dell’inclusione e sfide per i CUG universitari“, promosso dall’Università Federico II. Pianoterra partecipa nella sezione dedicata alle esperienze sul campo con un intervento sulla responsabilità sociale e il welfare di 2° livello. È un tema, questo, che ci sta a cuore e che alimenta riflessioni all’interno della nostra organizzazione soprattutto rispetto all’importantissimo lavoro di rete – con enti pubblici e con altri enti del privato sociale – per la costruzione di un welfare...
Approfondisci

“Ninna nanna”: un chiama angeli solidale per Pianoterra creato da NolArt

Vi presentiamo un dono davvero speciale che ci è stato fatto da NolArt, una realtà artigianale al femminile attiva tra Roma e Napoli: il ciondolo “Ninna Nanna”, una versione unica del tradizionale “chiama angeli”, il monile dedicato alle future mamme. “Ninna Nanna” è un pendente in argento 925, forgiato a mano e fuso a cera persa, disegnato appositamente per Pianoterra da Teresa Nolli, l’anima creativa di NolArt. Da questo Natale chi vorrà sostenere Pianoterra potrà farlo anche acquistando o ordinando un “Ninna Nanna” per una compagna, un’amica, una figlia, una sorella in dolce attesa. Ma chi è NolArt, e come...
Approfondisci

Quali diritti per le bambine e i bambini più vulnerabili?

A trent’anni dalla firma della Convenzione sui diritti dell’infanzia Pianoterra promuove le ragioni di un intervento educativo precoce per garantire a tutti i bambini e  le bambine pari opportunità alla nascita e nei primissimi anni di vita. Il momento in cui nasce un bambino, ma anche il periodo della gestazione che lo prepara e i primi anni di vita del piccolo, sono fasi importanti che ci invitano a riflettere sul significato dell’espressione “pari opportunità”. Seppur sancito in più punti dalla nostra Costituzione, quello alle pari opportunità è infatti purtroppo un diritto tutt’altro che garantito. Lavorando ogni giorno con famiglie vulnerabili...
Approfondisci

Pianoterra si tinge di viola per la Giornata mondiale del neonato prematuro

Molti saranno gli ospedali e i monumenti maggiormente rappresentativi del nostro paese che oggi si illumineranno di viola, il colore simbolo in tutto il mondo della nascita prematura. È in questo giorno che si celebra infatti la Giornata mondiale del neonato prematuro. Prepararsi a diventare genitori non è mai un compito semplice e probabilmente nessun genitori si sente mai davvero pronto al suo nuovo ruolo. Con la nascita prematura tutto il lavoro fatto durante la gravidanza per prepararsi al parto e per accogliere al meglio il bambino si interrompe bruscamente, prima del tempo. Il primo incontro, infatti, mille volte immaginato...
Approfondisci

L’AISMI premia il programma 1000 Giorni

Venerdì 8 e sabato 9 novembre si è svolto a Matera un importante convegno dedicato al delicatissimo tema della salute mentale dei bambini in contesti transculturali. Il convegno, dal titolo “Bambini nel mondo: salute mentale infantile e culture a confronto“, è stato organizzato dall’AISMI-Associazione Italiana Salute Mentale Infantile e ha visto la partecipazione di numerosi specialisti ed esperti della salute mentale dei più piccoli accanto a esponenti di enti del terzo settore in prima linea nel sostegno e nella cura di minori colpiti da situazioni di disagio psichico in contesti transculturali. Pianoterra ha partecipato a questo convegno con un intervento...
Approfondisci

“Mamme Care”: il legame mamma-bambino passa anche attraversi i colori!

Il rapporto tra mamma e bambino è una relazione che, fin dai primi mesi di gestazione, matura seguendo percorsi e traiettorie emozionali che hanno in sé la magia e il mistero dell’esperienza genitoriale. La parola bonding in inglese rimanda esattamente a questo tipo di relazione e sta a indicare l’insieme delle modalità relazionali e comunicative che intervengono tra mamma e bambino. Favorire la relazione fin dai primissimi giorni di attesa significa porre le basi per una conoscenza reciproca funzionale ad accogliere in maniera più consapevole l’arrivo di un figlio. Nel corso del progetto “Mamme Care” si sono svolti alcuni incontri orientati...
Approfondisci

Inserimento al nido, croce e delizia!

Settembre è finito, e oltre al caldo e alle belle giornate si porta via anche un’altra cosa, croce e delizia di tantissimi genitori di bimbi piccoli: l’inserimento al nido! Croce e delizia lo abbiamo definito, e questo per tanti motivi: soprattutto con bimbi più piccoli infatti, spesso rappresenta il primo vero momento di distacco dalla mamma e può essere vissuto in modo poco sereno da genitori e figli. Anche a Pianoterra questo è stato il mese dell’inserimento: in particolare, dell’inserimento dei piccoli accolti nel Servizio Educativo e di Custodia dell’hub NEST di Napoli. Abbiamo chiesto a Giuliana e Pietro, due degli...
Approfondisci

Josephine: una storia di cambiamento

Oggi vi raccontiamo una storia di cambiamento, attivazione, rinascita. Protagonista è una straordinaria mamma che ha compiuto un importante passo per se stessa e il suo bambino, e ha scelto di farsi accompagnare lungo questo nuovo percorso dalle nostre operatrici. Buona lettura! La chiesa di Santa Maria Assunta dei Pignatelli affaccia sullo slargo dove si trova anche la statua del dio Nilo, in pieno centro storico. Siamo a Napoli, e a duecento metri da lì c’è la sede di Pianoterra. Un’operatrice dell’associazione ci passa quotidianamente e, da qualche giorno, ha notato una donna seduta sui gradini della chiesa che chiede...
Approfondisci

Finanza e no profit? Da oggi gli investitori del gruppo Azimut potranno scegliere di sostenere Pianoterra

Finanza e no profit sono due mondi fino a non molto tempo fa distanti tra loro, almeno nella percezione comune. Banche, investimenti e indici di mercato d’altro canto cosa possono avere a che fare con la salute e il benessere delle persone, la protezione delle categorie più vulnerabili, la salvaguardia dell’ambiente, per citare solo alcune delle tante cause che mobilitano il mondo delle no profit? Se tuttavia lo sguardo si concentra non tanto sugli strumenti o i percorsi, ma sugli obiettivi, in particolare quelli di lungo periodo, e si ragiona in termini di cambiamento duraturo, di impatto, di sostenibilità, allora...
Approfondisci

6 amiche + 1 tè alla menta = 1 Valigia Maternità!

Oggi vi raccontiamo una storia che ci ha fatto davvero commuovere, e lo facciamo con le parole della piccola Emma, undici anni, che assieme alle sue amiche Wilma, Giulia, Viola, Francesca e Claudia ci hanno fatto un dono speciale! In occasione della Festa dell’Altra Estate, un’iniziativa della Casetta Rossa di Garbatella, nel mio quartiere, io e le mie amiche abbiamo deciso di organizzare un banchetto per vendere qualcosa di preparato da noi e raccogliere così un po’ di soldi per aiutare le persone più bisognose. Due giorni prima della serata ci siamo viste per decidere assieme cosa avremmo venduto. Chiacchierando...
Approfondisci

Lo spazio giochi di Pianoterra: scopriamo, impariamo e cresciamo

L’efficacia degli interventi di accompagnamento alla nascita e alla genitorialità che svolgiamo a Pianoterra – in particolare con il progetto “Luoghi per nascere”, sostenuto dall’Otto per mille alla Chiesa Valdese – è legata a diversi fattori, non ultimo quello di offrire alle mamme, durante gli incontri, la possibilità di affidare i loro piccoli alle cure di persone fidate. A meno che i piccoli non siano ancora in fasce, infatti, le nostre operatrici incoraggiano sempre le mamme a vedere in questi incontri uno spazio giochi tutto loro, da utilizzare per entrare in relazione con altre mamme e confrontarsi con operatrici ed...
Approfondisci

Pianoterra allarga i confini: la sfida di Castel Volturno

A varcare ogni giorno la soglia delle nostre sedi a Napoli sono spesso donne che, con i loro bambini, percorrono molta strada per poter accedere ai servizi e alle attività che offriamo nel campo della salute materno-infantile e trovare un supporto nelle fasi delicate della gravidanza e dei primi anni di vita dei piccoli. Lo fanno perché spesso, nei luoghi in cui vivono, magari quel particolare servizio di cui necessitano è assente o comunque di difficile accessibilità. Accogliere queste donne significa per noi dare un senso vero al lavoro di rete, entrando in contatto con territori diversi e con le...
Approfondisci

“Caro me del futuro…”

Una dedica importante, che è stata il punto d’inizio di un intenso laboratorio curato dall’artista olandese Cecile Van Der Heiden, al quale hanno preso parte diversi ragazzi dei centri educativi del Rione Sanità coinvolti nel progetto Sanit-Hub. L’incontro è iniziato con una breve presentazione dell’artista, che ha raccontato delle sue esperienze e delle opere realizzate in diversi paesi del mondo. Al termine della presentazione i ragazzi hanno subito ricevuto le prime indicazioni per orientarsi nel laboratorio: l’artista chiedeva loro di scrivere una lettera ai se stessi del futuro, in cui raccontare i propri sogni e desideri, quelli più grandi e...
Approfondisci

La Giornata internazionale del rifugiato: uno sguardo da Pianoterra

Alle origini di Pianoterra c’è il desiderio di creare uno spazio che accolga persone in difficoltà, dove queste possano sentirsi ascoltate e non giudicate, dove possano trovare rifugio e tirare un sospiro di sollievo, metaforicamente ma anche in senso letterale. Un luogo dove fermarsi per un po’, dove trovare riposo da quell’affanno fatto di ansia, paura, diffidenza e solitudine che colora il vivere quotidiano di chi, ad esempio, è senza lavoro, senza il sostegno di amici e familiari perché si trova in un paese straniero, senza un compagno nel delicato periodo della gravidanza e della nascita di un bambino, in...
Approfondisci

Mamma, aspetta!

Man mano che i bambini crescono, i genitori si trovano ogni giorno di fronte a nuove esperienze, non sempre facili da affrontare da soli. Per offrire ai genitori la possibilità di avere un confronto su problemi relativi ai propri figli o, più semplicemente, per migliorare la qualità della relazione educativa e affettiva genitori-figli, proponiamo degli incontri psico-educativi di gruppo in cui lasciamo che queste difficoltà emergano e vengano espresse e, assieme, cerchiamo di individuare possibili soluzioni. Oggi condividiamo con voi la testimonianza di un’operatrice che ci offre un interessante spaccato su ciò che accade durante uno di questi incontri; questo...
Approfondisci

La Giornata mondiale dell’Ambiente vista dalla Sanità

Il 5 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale per l’ambiente. Da qualche mese a questa parte la lotta contro il cambiamento climatico e per la salvaguardia dell’ambiente ha il volto di Greta Thunberg, una ragazzina svedese dalle lunghe trecce bionde e dall’incrollabile forza di volontà. Qualche mese fa Greta ha deciso che ne aveva abbastanza di vedere i grandi (gli adulti in generale e i politici in particolare) azzuffarsi su tante questioni più o meno irrilevanti, tralasciando quella che ai suoi occhi è la questione di gran lunga più importante per il futuro dell’umanità. E ha...
Approfondisci

Al museo con fasce e passeggini!

Un gruppo rumoroso composto da 18 mamme, 1 papà, 15 bimbi di età compresa tra un mese e nove anni, 9 operatori ed un imprecisato numero di carrozzine e passeggini. È questa la compagine di Pianoterra che ieri ha affollato il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) e che, grazie alla disponibilità e all’attenzione dello staff museale, ha potuto visitare gratuitamente la mostra “Canova e l’antico” magistralmente allestita nelle splendide sale di uno dei musei più belli e antichi d’Europa. I membri di questo gruppo di visitatori speciale partecipano a diversi progetti di Pianoterra, dal corso di italiano e quello...
Approfondisci

Nasce un bambino, nasce una mamma

Si dice che quando nasce un bambino nasce anche una mamma. Per questo nel mese dedicato alle mamme condividiamo con voi una riflessione sul momento della nascita e sul suo significato per una donna e per un bambino. A firmarla è Arianna Russo, psicologa e responsabile dell’Area Nascita e Maternità di Pianoterra.  Buona lettura! La nascita, l’evento con il quale una nuova vita viene al mondo, è al centro dei principali progetti di Pianoterra. È infatti questo il momento decisivo per garantire a bambine e bambini una “partenza felice” e per avviare l’opera di prevenzione che ne sosterrà lo sviluppo...
Approfondisci

Bambini sani, un investimento per la salute in età adulta: intervista al pediatra Giuseppe Cirillo

Oggi vi proponiamo sul nostro blog un’intervista al pediatra Giuseppe Cirillo, membro dell’Associazione Culturale Pediatri e collaboratore di Pianoterra da diversi anni. Con il dott. Cirillo abbiamo parlato di un argomento che sta alla base di tutti gli interventi che mettiamo in campo ogni giorno, ossia l’importanza della prevenzione e dell’intervento precoce quando si parla di salute dei più piccoli. Buona lettura! Dott. Cirillo, come si potrebbe definire un bambino sano? Un bambino sano è un bambino che non ha problemi né dal punto di vista fisico né da quello dello sviluppo psichico, e che sta costruendo bene la sua...
Approfondisci

Rendi davvero speciali le tue occasioni importanti con le bomboniere solidali di Pianoterra

Siamo ormai in piena primavera, e si avvicina a grandi passi il periodo delle feste e delle cerimonie! Matrimoni, lauree, battesimi, comunioni, cresime… sono giornate speciali, spesso tra quelle che ricorderemo per sempre. Soprattutto, sono giornate che trascorreremo circondati dalle persone a cui vogliamo più bene. Da oggi potrete trasformare questi momenti di gioia e condivisione in un gesto concreto di generosità e solidarietà a favore delle mamme e dei bambini che sosteniamo ogni giorno con i nostri progetti. Come? Scegliendo di donare ai vostri ospiti una delle nostre bomboniere solidali e diventando così non solo sostenitori, ma veri e...
Approfondisci

Una mappa per la famiglia Milic: accogliere, ascoltare e orientare

Orientare le famiglie ai servizi socio-sanitari presenti sul territorio, indirizzandole e spesso accompagnandole anche di persona, e aiutandole a districarsi tra indicazioni e informazioni spesso confusionarie, soprattutto per chi non padroneggia la lingua italiana. Questa è una parte rilevante del lavoro che facciamo ogni giorno con le persone che prendiamo in carico con i nostri servizi, dedicandovi tempo e attenzione, ben consapevoli del fatto che spesso da un’informazione veicolata in modo adeguato e compresa a pieno passa qualcosa di molto più importante della possibilità di accedere a un servizio, ossia la possibilità di godere di un diritto garantito (quello alla...
Approfondisci

Aisha e la sfida di diventare mamma in un’altra lingua

Ogni giorno varcano la soglia di Pianoterra molte donne in gravidanza o neo-mamme di origine straniera. Le loro provenienze sono diverse, e diversi sono i tragitti che hanno compiuto per ritrovarsi oggi qui. Tutte però sono accomunate da un’esperienza, quella della gravidanza e del parto, che è al tempo stesso quanto di più legato alla natura e di più profondamente segnato dalla cultura, con le sue specificità e differenze. Aisha è una di loro. Una donna mite e dolce, già madre di un bimbo e in attesa di un secondo. Viene dal Marocco, e durante i primi colloqui con la...
Approfondisci

Pianoterra partecipa alla Stracittadina di Roma!

Il 7 aprile Pianoterra Onlus parteciperà alla Stracittadina della XXV Maratona Internazionale di Roma: 5 km di passeggiata nel centro storico di Roma con partenza dai Fori Imperiali poco dopo lo start della Maratona internazionale e arrivo al Circo Massimo. L’Associazione ha infatti aderito al Charity Program della manifestazione, una iniziativa degli organizzatori che mette insieme i valori dello sport a quelli della solidarietà. Grazie a questo programma, la Stracittadina diventa un’occasione per sostenere i progetti e le iniziative di Pianoterra a favore di mamme e bambini in difficoltà a Roma e Napoli. Aderire a questa iniziativa è semplicissimo! Iscrivendosi alla Stracittadina...
Approfondisci

La pelle | Gianni Rodari

Pelle Bianca come la cera Pelle Nera come la sera Pelle Arancione come il sole Pelle Gialla come il limone tanti colori come i fiori. Di nessuno puoi farne a meno per disegnare l’arcobaleno. Chi un sol colore amerà un cuore grigio sempre avrà.

Dieci anni di lavoro all’insegna del cambiamento

In questi giorni i social sono stati attraversati da una delle tante trovate diventate virali, la cosiddetta #10yearschallenge: gli utenti del web hanno fatto a gara a postare foto di come erano dieci anni fa e come sono diventati oggi, spesso lasciando commenti su come le loro vite e loro stessi siano nel frattempo cambiati. Noi abbiamo pensato di condividere con voi una riflessione proprio sul tema del cambiamento scritta dalla nostra presidente e contenuta nello speciale bilancio di missione per i primi dieci anni di attività che abbiamo pubblicato qualche mese fa, e una serie di dati per raccontarvi come...
Approfondisci

L’esperienza del progetto “L’Alveare”: risultati e riflessioni dopo un anno di lavoro

Lo scorso 31 dicembre si è concluso il progetto “L’Alveare“, un sistema comunitario di presa in carico integrata, protezione socio-sanitaria ed educativa a misura di mamma e bambino nei primi anni di vita realizzato a Napoli grazie al contributo della Tavola Valdese. Il progetto nasceva con l’obiettivo di favorire la crescita sana ed equilibrata dei bambini esposti alla vulnerabilità economica e sociale rafforzando un sistema di presa in carico precoce, integrata e multidimensionale dei nuclei familiari più fragili. Grazie al progetto sono state sostenute circa 500 donne in gravidanza; sono stati presi in carico più di 100 nuclei familiari con piani di lavoro integrati e personalizzati;...
Approfondisci

Rossella e Andrea scelgono Pianoterra per le loro bomboniere solidali

Tra i tanti progetti che attiviamo con le donne che frequentano la nostra associazione c’è da qualche anno anche un piccolo laboratorio di cucito, incluso nella più ampia programmazione dello Spazio Mamme, il programma nazionale di sostegno alla genitorialità di Save the Children Italia attivo dal 2013 nei nostri spazi a Piazza San Domenico Maggiore. Si tratta soprattutto di uno spazio dedicato alla socializzazione e alla creatività, in cui le mamme possono trascorrere del tempo assieme realizzando piccoli lavori di cucito, ricamo o maglia.  Con un gruppo di queste signore abbiamo avviato dal 2017 il progetto Me.Di.Na. un laboratorio artigianale per...
Approfondisci

Parte “Luoghi per nascere”, un nuovo progetto sostenuto dall’Otto per mille della Tavola Valdese

A dicembre 2018 prende avvio una nuova progettualità di Pianoterra, “Luoghi per nascere”, che raccoglie un insieme di attività messe in campo da Pianoterra a sostegno di famiglie vulnerabili, con un’attenzione particolare a tutto ciò che ruota attorno al momento della nascita.  “Luoghi per nascere” si concentra soprattutto – come dice il titolo che abbiamo scelto – sui luoghi della nascita, quelli in cui nasce un bimbo ma anche quelli in cui nasce una mamma e una famiglia. Abbiamo scelto il plurale perché se è vero che fisicamente un piccolo nasce in un solo luogo, spesso un ospedale, è altrettanto vero...
Approfondisci

Prematuri a chi?

Il 17 novembre è un giorno molto speciale che però non tutti conoscono. Ogni anno, infatti, in questa data si celebra la Giornata Mondiale della Prematurità, promossa dalla European Foundation for the Care of Newborn Infants, con l’intento di diffondere la consapevolezza e l’informazione, oltre che di sensibilizzare le donne sulle possibilità esistenti a livello di prevenzione e trattamento delle complicazioni legate ad un parto prematuro. Da 5 anni siamo attivi con lo sportello di servizi alla nascita “Fiocchi in Ospedale”, un programma nazionale di Save the Children Italia che Pianoterra realizza presso la Neonatologia – T.I.N. e l’ambulatorio di...
Approfondisci

Il diabete si può prevenire? Intervenendo nei primi 1000 giorni è più facile

I primi mille giorni, dal concepimento fino ai due anni, sono cruciali per la salute futura del bambino. È possibile fare molto in questo lasso di tempo per contribuire a ridurre il rischio di sviluppare, in età giovanile e adulta, alcune patologie anche molto gravi, tra le quali sicuramente il diabete. In occasione della Giornata Mondiale del Diabete, che ricorre ogni anno il 14 novembre, vi raccontiamo quali sono le azioni che mettiamo in campo con le donne e i bambini che seguono il nostro programma 1000 Giorni per promuovere un approccio salutare e informato anche all’alimentazione. Iniziamo con il dire che...
Approfondisci

Un anno di 5×1000

Si è concluso anche per il 2018 il periodo in cui era possibile scegliere di devolvere il proprio 5×1000 a una onlus al momento di presentare la dichiarazione dei redditi. In questi anni sono stati in tanti a scegliere Pianoterra al momento della dichiarazione dei redditi. Vorremmo avere modo di ringraziarli uno per uno. Molti li conosciamo, sono nostri sostenitori storici, persone sulle quali sappiamo di poter contare e che hanno contribuito a costruire assieme a noi in questi dieci anni la rete di interventi e attività per mamme e bambini di Pianoterra. Tanti altri però non li conosciamo direttamente,...
Approfondisci

Nutrimento per un bambino, una mamma, una comunità

Nella Giornata mondiale dell’alimentazione condividiamo con voi una riflessione che Rossella Mancino, psicologa e responsabile dell’area Autonomia ed Empowerment di Pianoterra, ha scritto sull’idea di nutrimento, pubblicata nel nostro bilancio “10 anni di Pianoterra“, non a caso una delle parole chiave che abbiamo scelto per raccontare il senso dei nostri interventi al fianco delle mamme e dei bambini che incontriamo ogni giorno. Nutrimento Nutrire un bambino, ma anche una madre, una famiglia, un gruppo, una comunità: il concetto di nutrimento è uno dei cardini di Pianoterra, in senso sia letterale che simbolico. Per crescere armoniosamente abbiamo bisogno di nutrimento. Ci nutriamo mangiando...
Approfondisci

Giuseppina e la strada verso l’autonomia

Ospitiamo con una profonda gratitudine la testimonianza di Giuseppina, una delle nostre mamme più affezionate, che oggi partecipa al progetto “Un ponte per l’autonomia“, sostenuto per il 2018 da Intesa San Paolo, e ha voluto restituire con queste bellissime parole la sua esperienza con Pianoterra. La condividiamo con voi perché, come spesso accade, le storie concrete e reali riescono a raccontare più di mille parole il senso globale e profondo dei nostri interventi, indirizzati sempre verso una riconquista dell’autonomia e della serenità nonostante le difficoltà.   Mi chiamo Giuseppina. Ho conosciuto l’associazione Pianoterra tramite il passaparola di una persona generosa che...
Approfondisci

Dieci anni di Pianoterra: le origini nelle parole di chi l’ha fondata

Per inaugurare questo nuovo spazio abbiamo pensato di condividere un testo che i soci fondatori di Pianoterra hanno scritto per la pubblicazione “Dieci anni di Pianoterra. Un bilancio” e intitolato semplicemente “Pianoterra”. Buona lettura!   Pianoterra Pianoterra, l’associazione che abbiamo fondato insieme dieci anni fa a Napoli, prende il nome da un libro di Erri De Luca. Abbiamo scelto questo nome perché meglio di ogni altro descrive il nostro approccio: il piano terra è al livello della strada, al livello di chi passa e magari si ferma, spinto dalla curiosità o dal bisogno. È un nome che riflette la nostra prospettiva, quella di...
Approfondisci

Dieci anni di Pianoterra… e un blog!

Nel decimo anno di attività di Pianoterra abbiamo deciso di inaugurare un blog, che vorremmo far diventare una finestra sulla realtà del lavoro che svolgiamo al fianco delle tante famiglie che incontriamo ogni giorno. È un lavoro fatto di tante cose, sfide e piccole vittorie, problemi e passi avanti, emergenze e nuovi progetti. Ci piacerebbe raccontarvelo più nel dettaglio, senza trionfalismi, perché la realtà è difficile e complessa, ma con la consapevolezza che il nostro sforzo di capire, l’impegno concreto e la fiducia nelle relazioni umane basate sul rispetto possono davvero fare la differenza nelle nostre vite e in quelle delle mamme, dei...
Approfondisci