Per mano

Sostieni questo progetto

Per mano è un progetto promosso da Save the Children Italia nelle città di Napoli, Bari, Roma, Milano e Torino e realizzato da una rete di partner territoriali alla quale aderisce anche Pianoterra.

L’obiettivo di questo progetto, partito a maggio del 2019, è quello di prendere in carico complessivamente circa 1000 tra bambine e bambini nati in condizioni di grave vulnerabilità, con un forte disagio sociale, economico e psicologico, certificato da una struttura ospedaliera o da un professionista che opera all’interno del servizio pubblico. Ad ogni bambino verrà assicurato un percorso condiviso di sostegno e accompagnamento verso un sistema stabile di tutela e autonomia. Per circa 200 situazioni di particolare fragilità fisica, economica o psico-sociale, verrà identificato un percorso personalizzato, condiviso con i genitori o con altri adulti di riferimento della durata di 18 mesi.

L’intervento è composto da due aspetti fondamentali: un sostegno materiale (contributo alle spese per l’alimentazione e il pagamento di utenze domestiche, retta del nido) per tamponare i bisogni più immediati e urgenti, e un rafforzamento delle capacità e delle condizioni generali di benessere dei genitori (con interventi personalizzati e azioni per rendere gli adulti autosufficienti o legarli ad un sistema forte di tutela-servizi sociali).

Affinché l’intervento sia sostenibile nel lungo periodo, la presa in carico del bambino e della sua famiglia è caratterizzata da un approccio integrato con gli enti e i servizi accreditati sul territorio. Il tipo di percorso, e di conseguenza  il tempo necessario per realizzarlo, è calibrato per costruire intorno alla famiglia un tessuto forte di riferimento col raggiungimento di tre obiettivi essenziali: sostenere il nucleo familiare, agganciarlo a un sistema forte di tutela e rafforzare le competenze degli adulti.

Per Mano ha una rete composta, oltre che da Pianoterra e l’Orsa Maggiore a Napoli, da Cooperativa Vides Main (Torino), APS Mitades e Archè Onlus (Milano), Asinitas Onlus e Archè Onlus (Roma) e Il Melograno (Bari).